Livio Goldschmied

torna ai risultati
livellofondo
data/e 1938 - 2017
ambiti e contenuto

Il fondo contiene il carteggio tra le famiglie Prister-Frankel e Frankel-Goldschimed. Le famiglie si uniscono in occasione del matrimonio tra Marco Frankel e Lina Prister, dalla cui unione nasce Ada Frankel. Dal matrimonio di Ada con Rodolfo Goldschmied nascono Fabio, Alma, Guido e Livio Goldschmied; quest'ultimo sposa Sofia Arvanitis, con la quale intrattiene uno scambio epistolare durante i mesi della sua militanza nella Resistenza (cfr. fasc. 5). Tra le carte di rilievo si segnalano i manoscritti inviati dal carcere di Ivrea e successivamente dal campo di concentramento di Fossoli di Carpi; sono presenti anche carte di diversa natura tra cui un libro di ricette di Ada Frankel e alberi genealogici delle famiglie Markus Frankel e Jacob Cohen Prister. A corredo del fondo digitale si conserva inoltre una cartella dal titolo "Documenti di Giorgio Prister" (1).

modalità di acquisizione

Il fondo è stato donato da Diana Goldschmied in data 20 gennaio 2017.

storia istituzionale/amministrativa


Livio Goldschmied nasce il 27 aprile 1913 a Trieste dove frequenta la scuola elementare ebraica. Mentre la famiglia rimane a Trieste, Livio Goldschmied si trasferisce a Zurigo dove frequenta la scuola media ed il Politecnico; qui consegue la laurea in Ingegneria meccanica, in elettrotecnica ed altre tre lauree di carattere scientifico. Tornato in Italia viene assunto come progettista alla ditta Olivetti di Vico Canavese in provincia di Torino. Iscritto al Partito d'Azione e legato a Giustizia e Libertà, rimane in costante contatto con l'ebraismo antifascista torinese. Nel maggio del 1940 si sposa con Sofia Arvanitis di confessione greco ortodossa, dalla quale avrà due figli, Diana e Adriano. Dopo l'8 settembre 1943 Livio entra in contatto con le formazioni partigiane operanti nella zona di Vico Canavese. Subito dopo la nascita di Adriano la moglie si fa convincere dalla levatrice a rivelare dove sia Livio per dargli la notizia della nascita; la levatrice successivamente rivela il nascondiglio ai fascisti. Arrestato, viene deportato Ad Auschwitz dove muore poco dopo l'arrivo al campo.

storia archivistica

Il fondo nasce dalla volontà di ricerca e raccolta della documentazione intrapresa da Diana Goldschmied a fronte del bisogno di ricordare e trasmettere le memorie del padre Livio. Le carte sono state consegate in più cartelle (famiglia Frankel/Prister, libro di ricette e lettere di Livio Goldschmied) e files sciolti (intervista in file audio con relativa la trascrizione, file power point con la trascrizione delle lettere di Livio Goldschmied) senza precisi criteri archivistici.

criteri di ordinamento

Per la profondità cronologica dei documenti e l'articolazione dei rami familiari è stato adottato un ordinamento crescente dei fascicoli digitali sulla base della datazione dei files digitali in essi contenuti. Si segnala inoltre che in fase di ordinamento le diapositive, presenti nel power point e numerate progressivamente, sono state ridistribuite nei fascicoli digitali nominativi organizzati per soggetto produttore e conservatore, mantenendo, nella descrizione delle unità archivistiche, il numero di riferimento.

note(1) Figlio di Franca Prister.
Documenti in Archivio Fotografico GOLDSCHMIED DIANA
persone

Goldschmied, Diana

Arvanitis, Sofia

Goldschmied, Livio

Frankel, Ada

Frankel, Marco

Jacob Cohen Prister

Prister, Franca

Goldschmied, Rodolfo

luoghi Auschwitz Vico Canavese Ivrea Fossoli
enti Campo di concentramento di Fossoli di Carpi
Livello inferiore Carolina Frankel
Marco Frankel
Ada Frankel
Mittenti e destinatari vari
Sofia Arvanitis
Diana Goldschmied
Lina Prister
Famiglia Frankel-Prister
Miscellanea

Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo




Powered by

Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






Naviga i dati con

Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



Con il contributo di