Campi di concentramento provinciali

torna ai risultati
gerarchia
livelloserie
data/e 1943 - 2001
ambiti e contenuto

La serie riunisce testimonianze, fotografie e corrispondenza, quali prove della barbarie nazifascista e della persecuzione nei campi di internamento provinciali (1).

note(1) "Nel mese di dicembre, dunque, le questure si erano messe in moto per rintracciare gli ebrei (ormai passati per lo più alla clandestinità), arrestarli e rinchiuderli in campi di concentramento provinciali. Tali campi per ebrei, sorti dopo il 30 novembre 1943, non sono da confondere con i numerosi già menzionati campi e luoghi di internamento che erano stati creati con l'entrata in guerra dell'Italia nel giugno 1943 destinati a sudditi stranieri e a <>. I campi di concentramento provinciali, concepiti come strutture provvisorie seconso il decreto del 30 novembre, ebbero invece vita brevissima (anche perchè i tedeschi vi attinsero largamente per formare il convoglio di deportazione del 30 gennaio 1944 in partenza da Milano". Liliana Picciotto Fargion, Il libro della memoria. Gli ebrei deportati dall'Italia (1943 - 1945), Milano, Mursia, 2002, cit. p. 900.
Livello inferiore Aosta
Bagni di Lucca
Calvari di Chiavari
Castello degli Scipioni e Monticelli Terme
Firenze
Roccatederighi
Sforzacosta
Sondrio
Urbisaglia
Vo' Vecchio

Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività  Culturali e del Turismo




Powered by

Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità  Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






Naviga i dati con

Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



Con il contributo di