Bick, Max e Sigmund

torna ai risultati
gerarchia
livellounità archivistica
data/e 1997
fascicolo cartaceo

c. 1

segnatura attuale Serie I , Busta 3
ambiti e contenuto

Articolo intitolato "Il drammatico calvario dei fratelli Bick da Landriano ad Auschwitz" (1) pubblicato sulla rivista "Casa nostra" del Comune di Landriano del dicembre 1997; cd dal titolo "Gli amici ritrovati. I fratelli Max, Sigmund e Sofia, Bick ebrei tedeschi internati a Landriano dal 1941 al 1945 nei ricordi di chi li conobbe".

modalità di acquisizione

Il documento è stato donato al CDEC nel marzo del 1998.

note(1) Max e Sigmund Bick giunsero in Italia da Monaco di Baviera nel 1935. Già arrestati e rinchiusi, a seguito delle leggi razziali emanate dal regime fascista fin dal 1938, nel campo di Ferramonti di Tarsia per essere espulsi o internati. Da qui con foglio di via obbligatorio giunsero a Landriano, quali internati con soggiorno obbligato.
persone

Bick, Max Herbert

Bick, Sigismondo

luoghi Auschwitz Landriano Monaco di Baviera Ferramonti di Tarsia
enti Comune di Landriano
descrittori Deportazione

Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo




Powered by

Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






Naviga i dati con

Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



Con il contributo di