Leone e Felice Ravenna

torna ai risultati
livellofondo
data/e 1837 - 1938 , [1688]
consistenzacartelle 13
fascicoli 120
ambiti e contenuto

Il fondo raccoglie documenti e atti inerenti le attività e le relazioni pubbliche e private di Leone e Felice Ravenna fra la seconda metà dell'800 e gli anni '30 del 1900. Fra le carte di Leone Ravenna, oltre ad un'ampia corrispondenza su argomenti di varia natura (questioni ebraiche, famigliari, legali), con figure e personalità del mondo ebraico italiano della seconda metà dell'800 fino al 1919, si trovano opuscoli e pubblicazioni inerenti enti ed istituti ebraici (asili, confraternite israelitiche, opere pie) appartenenti a diverse comunità italiane (Cfr. serie Università e comunità israelitiche). Le carte di Felice Ravenna sono, invece, di argomento principalmente sionistico. Buona parte delle attività della Federazione sionistica italiana (FSI), dalle sue origini sin agli anni '20 è ricostruibile dai documenti di questo fondo. Di notevole interesse risulta inoltre la corrispondenza che Felice Ravenna, in qualità di presidente della FSI e poi dell'UCII, mantenne per lungo tempo con alcuni dei principali esponenti del mondo ebraico e sionistico, italiano e internazionale, d'inizio secolo come Dante Lattes, Alfonso Pacifici, Angelo Sullam, Angelo Sereni, Amedeo Donati, David Prato, Aldo Sorani, David Wolfsohn, Lucien Wolf, Ciro Glass, Chaim Weizmann, Gustavo Castelbolognesi, Angelo Donati, Angelo Levi Bianchini, Bernardo Dessau, Ugo de Benedetti, Mario Falco, Angiolo Orvieto, Sabatino Lopez, Angelo Sacerdoti.

modalità di acquisizione

Le carte del fondo Leone e Felice Ravenna sono state donate al CDEC di Milano da Annamarcella Tedeschi, nipote di Felice Ravenna in due momenti diversi. Una prima consistente parte fu versta verso la fine del 1983; una seconda parte, composta dalle carte di Felice Ravenna concernenti le attività della Federazione sionistica italiana (FSI) fra il 1903 e il 1911, fu versata nel 1985. Depositate nella cantina della casa dei Ravenna, in via Voltapaletto a Ferrara, le carte di Leone e Felice Ravenna vennero consegnate al CDEC, così come erano state trovate, ovvero come unico complesso documentario, senza indicazioni precise sui due diversi soggetti produttori.

accesso ai documentiSi, previa autorizzazione del responsabile dell'archivio secondo le regole dell'Istituto e la normativa vigente.
storia istituzionale/amministrativa

Leone Ravenna fu insigne figura dell'ebraismo italiano durante il Risorgimento e dopo l'Unità d'Italia. Nato a Ferrara nel 1837, Leone Ravenna conseguì il diploma di scuola secondaria. Si iscrisse all'Università appena dopo la liberazione della città dal dominio pontificio e nel 1864 ottenne la laurea in Legge. Collaboratore per molti anni di riviste ebraiche italiane e francesi, quali "L'educatore israelita" e "Archives Israelites", svolse principalmente l'attività di avvocato, dedicando però anche molte delle proprie energie e del proprio tempo agli studi ebraici, ai rapporti con l'Alliance israelite universelle, nonché alla creazione con Angelo Sereni, nel 1911, del Consorzio delle Comunità Israelitiche Italiane (poi Comitato delle Comunità Israelitiche Italiane). Leone Ravenna ricoprì la carica di presidente della Comunità di Ferrara e vicepresidente del Consorzio delle Comunità Israelitiche, insieme ad Anselmo Colombo, fino al 1920, anno della morte.


Felice Ravenna (1869-1937) Felice Ravenna, figlio di Leone, nacque a Ferrara nel 1869. Laureato in Legge, seguì in larga misura le orme del padre dedicandosi, insieme all'attività di avvocato, alla vita e alle attività della Comunità di Ferrara. Nel 1901 Felice Ravenna fu tra i fondatori, insieme a Carlo Conigliani, della Federazione sionistica italiana (FSI) di cui tenne la presidenza fino al 1920. Tra il 1921 e il 1930 ricoprì la carica di vicepresidente del Consorzio delle comunità israelitiche italiane; dal 1930 al 1937 tenne la presidenza dell'Unione delle comunità israelitiche italiane (UCII).

storia archivistica

Le carte che compongono il Fondo "Leone e Felice Ravenna", conservato presso l'Archivio della Fondazione CDEC dal 1983, costituiscono la parte più consistente del complesso documentario prodotto dai Ravenna fra la seconda metà dell'800 e gli anni '30 del 1900. Parte della documentazione prodotta da Felice Ravenna si trova infatti all'Archivio centrale sionista di Gerusalemme  e anche all'Archivio per la storia del popolo ebraico, sempre a Gerusalemme. Larga parte delle carte prodotte da Leone Ravenna nell'ambito della sua attività di avvocato, sono conservate presso l'Archivio di Stato di Ferrara. La documentazione oggi conservata dalla Fondazione di via eupili, donata dalla famiglia Ravenna senza distinzione fra i due diversi soggetti produttori, è stata oggetto di un primo riordinamento verso la fine degli anni '80, quando si è operato una prima e sommaria distinzione delle carte prodotte da Leone Ravenna e dal figlio Felice. Così dalla fine degli anni '80, fino all'attuale riordinamento, il complesso archivistico risultava costituito dalle seguenti ripartizioni:


- Carte personali di Leone Ravenna;


- Carte personali di Felice Ravenna;


- Documenti dell'ebraismo ferrarese (1884-1896);


- Documenti di Leone Ravenna e dell'ebraismo ferrarese (1846-1914);


- Pubblicazioni e carte relative ad enti ebraici italiani (1819-1938);


- Federazione Sionistica Italiana (1903-1923);


- Unione delle comunità israelitiche italiane (1931-1934).


Fra i materiali donati dalla famiglia Ravenna erano comprese circa 270 pubblicazioni e una ricca raccolta di periodici confluiti nella biblioteca della Fondazione CDEC come fondo librario "Leone e Felice Ravenna"  (cfr. Mino Chamla, Catalogo dei libri del Fondo Leone e Felice Ravenna, Milano 1988).


A seguito di un ulteriore intervento di riordino (2013) svolto nel rispetto delle funzione dei soggetti produttori e della provenieza delle carte,  il fondo, oggi, risulta così articolato:


TITOLO 1. Università e comunità israelitiche: cartelle 1 - 2, fascicoli 1 - 11, estremi cronologici 1819 - 1938; (1)


TITOLO 2. Comunità israelitica di Ferrara: cartella 2, fascicoli 12 - 16, estremi cronologici, 1856 - 1878;


TITOLO 3. Leone Ravenna: cartella 2 - 3, fascicoli 17 - 29, estremi cronologici 1846 - 1921;


TITOLO 4. Felice Ravenna: cartelle 3 - 8, fascicoli 30 - 81, estremi cronologici 1899 - 1936;


TITOLO 5. Studio legale di Leone e Felice Ravenna, cartelle 9 - 13, fascicoli 82 - 120, estremi cronologici 1688 - 1934. 


Il fondo, oggi completamente digitalizzato, si compone di 8.981 carte, raccolte in 120 fascicoli a loro volta suddivisi in 13 cartelle per 1,56 metri lineari circa. Tutta la documentazione, riordinata ai sensi dell'art. 13, commi a) e b) del D.Lgs. 42/2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio, è in originale e in buono stato di conservazione.

criteri di ordinamentoIl fondo è stato riordinato nel rispetto del principio del metodo storico privilegiando il principio di provenienza delle carte e la cronologia degli eventi storici. In assenza di segnature archivistiche si è deciso di adottare una classificazione per argomento ricostruendo i fascicoli in relazione all'oggetto trattato.
bibliografia "Leone e Felice di Leone Ravenna" , Gabriella Falco Ravenna , edito in «La Rassegna Mensile di Israel» , 407-415 , Roma , 1970 (novembre)

Felice di Leone Ravenna. Discorso commemorativo tenuto al tempio israelitico di Ferrara nel trigesimo della sua morte. 18 aprile 1937 , Dante Lattes , edito in «La Rassegna Mensile di Israel» , 315-321 , Roma , 1937 (aprile-maggio)

Dalla tradizione a un mondo più moderno: un ebreo autentico in un'epoca di passaggio. Note per un profilo di Felice di Leone Ravenna , Simonetta Della Seta , edito in «La Rassegna Mensile di Israel» , LXXI-LXXVII , Roma , 1987 (settembre - dicembre)

Angelo Sullam e il sionismo in Italia tra la crisi di fine secolo e la guerra di Libia , Laura Brazzo , 2007 , Dante Alighieri

persone

Castelbolognesi, Gustavo

Glass, Ciro

Lattes, Dante

Levi Bianchini, Angelo

Lopez, Sabatino

Orvieto, Angiolo

Pacifici, Alfonso

Sullam, Angelo

Sereni, Angelo

Donati, Amedeo

Prato, David

Sacerdoti, Angelo

Weizmann, Chaim

Wolf, Lucien

Wolfsohn, David

Falco, Annamarcella

luoghi Ferrara
enti Comunità ebraica di Ferrara Federazione sionistica italiana Unione delle comunità ebraiche italiane, UCEI
Livello inferiore Università e comunità israelitiche
Comunità israelitica di Ferrara
Felice Ravenna
Studio legale di Leone e Felice Ravenna
Leone Ravenna

Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività  Culturali e del Turismo




Powered by

Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità  Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






Naviga i dati con

Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



Con il contributo di