Leone Pecar

torna ai risultati
gerarchia
livellosingola foto
definizione dell'oggetto positivo
numero inventario198-s380-003
titolo attribuitoRitratto di Leo Pecar
specifiche del titolo attribuitomanoscritto sul supporto
cronologia 18 maggio 1940 (iscrizione)
luogo della ripresaMilano
autore

Anonimo(fotografo principale)

indicazioni sull'oggettoscansione digitale da riproduzione contemporanea di stampa fotografica
osservazioniLeo Pecar viene arrestato a Milano e deportato con la madre e i suoi due fratelli. Dal confronto con quanto riportato sul retro della fotografia inv. 198-s380-005 si desume che lo scatto sia stato eseguito al matrimonio di Michele Aita e Giuseppina Ferrari
iscrizionisul verso del supporto l'indicazione manoscritta "Leo Pecar anni 11 nato 1929 Milano/ Data foto 18.5.1940 - Milano"
acquisizione

Michele Aita (donazione)

bibliografiaIl libro della memoria. Gli Ebrei deportati dall'Italia 1943-1945 / Liliana Picciotto; Ricerca della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea - Ed. 2002: altri nomi ritrovati - Milano: Mursia, 2002
bibliografia in rete http://www.nomidellashoah.it
Documenti in Archivio storico Krumer Eugenia
persone

Pecar, Leone Remo

luoghi Milano
COMPILAZIONE/AGGIORNAMENTO
  • compilazione Lydia Feiwell 2009
  • aggiornamento Vanda Maestro 2014
  • aggiornamento Daniela Scala 2019
  • Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo




    Powered by

    Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






    Naviga i dati con

    Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
    You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



    Con il contributo di