Progetto Edoth

torna ai risultati
gerarchia
livellofondo
titolo attribuitoProgetto Edoth
notizie storico criticheIl progetto Edoth (Etnie), avviato dalla Fondazione CDEC nel 2011 e ancora in corso, intende rappresentare i diversi gruppi di ebrei provenienti dal Medio Oriente (Egitto, Siria, Libia, ecc.) attraverso il racconto diretto di coloro che da quelle terre si trasferirono in Italia alla metà del Novecento.
La registrazione delle testimonianze in videointerviste è stata l'occasione per la raccolta da parte della Fondazione di una selezione dei documenti fotografici conservati negli archivi personali e familiari degli intervistati.
COMPILAZIONE/AGGIORNAMENTO
  • compilazione Daniela Scala 2017
  • Ricerca in tutte le foto di Progetto Edoth
    Foto dei livelli inferiori HASSAN MARCELLO MORADPOUR MIRIAM ACOBAS ROGER GATTEGNO SALOMONE PICCIOTTO ENRICO SAGUES JEANNETTE SCHWARZ ARTURO ADES ABRAHAM ALBERTO HAZAN MAURICE SALAMA SORANI SCARLETT TREVES PAVIA COLETTE FRANCIS FARHI ANDREINA MALKI ELLIOT DELBURGO CAROLINA SALAMA ROBINO GUIDO LEGZIEL MIRNA YACOV HALFON VITTORIO GENAH BARKI SILVANA VITTORIA PARVIZ GORJIAN MASAL PAS BAGDADI COHEN TUETA SUZANNE HALLAC ALBERTO MIZRAHI DIWAN RACHEL CHELLY GADEH GALANTE LUCY KATRI ABRAHAM DANA GIUSEPPE SAPORTA BENRUBI BENITO

    visualizza le 345 foto pubblicate di Progetto Edoth

    Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività  Culturali e del Turismo




    Powered by

    Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità  Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






    Naviga i dati con

    Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
    You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



    Con il contributo di