Cugini delle famiglie Terracini e Foa

torna ai risultati
gerarchia
livellosingola foto
definizione dell'oggetto positivo
numero inventario096-029
titolo attribuitoRitratto dei cugini delle famiglie Terracini e Foa
specifiche del titolo attribuitocomunicazione scritta
cronologia 1918 ca. (comunicazione scritta)
luogo della ripresaTorino
autore

Anonimo(fotografo principale)

indicazioni sull'oggettoscansione digitale da stampa alla gelatina sali d'argento
osservazioniDa sinistra in prima fila 1: Marcella Foa (poi coniugata Cavallero), 2: Marietta (detta Mariettina) Foa (poi coniugata Segre), 3: Lina Foa (poi coniugata Hirsch), 4: Emilio Terracini, 5: Federico Terracini (con vestito alla marinara); in seconda fila 6: Eugenia Foa (poi coniugata Jona), 7: Livia Terracini (poi coniugata Tedesco), 8: Vittorio Terracini, 9: Matilde Terracini (poi coniugata Ottolenghi e madre della donatrice Elena Ottolenghi), 10: Celestina Foa (poi coniugata Diena). Marietta (detta Mariettina) Foa รจ stata deportata a Ravensbrueck nel 1944
acquisizione

Ottolenghi, Elena (donazione)

persone

Foa, Marcella

Foa, Marietta

Foa, Lina

Terracini, Emilio

Terracini, Federico

Foa, Eugenia

Terracini, Livia Teresa Celestina

Terracini, Vittorio

Terracini, Matilde

Foa, Celestina

luoghi Torino
COMPILAZIONE/AGGIORNAMENTO
  • compilazione Lydia Feiwell 2006
  • aggiornamento Daniela Scala 2019
  • Questo portale è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo




    Powered by

    Il dataset "Shoah Victims names" è stato pubblicato in modalità Linked Open Data sul portale dati.cdec.it ed è accessibile tramite Endpoint SPARQL






    Naviga i dati con

    Salvo diversa indicazione, tutti i contenuti di questo sito sono soggetti alla licenza Creative Commons - Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) .
    You must give appropriate credit, provide a link to the license, and indicate if changes were made. You may do so in any reasonable manner, but not in any way that suggests the licensor endorses you or your use  



    Con il contributo di